A Mystical Staircase


Un progetto di Francesco Urbano Ragazzi per 63rd77thsteps.com
 

Artisti: Sarah Abu Abdallah, Basma Al Sharif, Johanna Bruckner, FAKA, Gina Folly, ForeverAdaForever, Foundland, Chiara Fumai, Tiril Hasselknippe, Jerome Hill, Institute for New Feeling, Karl Larsson, Kareem Lotfy, Malibu 1992, Miltos Manetas, Eva Papamargariti, Luca Pozzi, Tabita Rezaire, Harry Sanderson, Fabio Santacroce, Bogosi Sekhukhuni, Chai Siris, Berkay Tuncay, Brent Watanabe.

 
Inaugurazione online: Giovedì 23 Giugno 2016, www.63rd77thsteps.com
Presentazione pubblica: Venerdì 8 Luglio 2016 ore 21, Museo d’arte Contemporanea di Villa Croce
 

_______________________________________________________________________________

A cura di Francesco Urbano Ragazzi in collaborazione con 63rd-77th STEPS, “A Mystical Staircase” è un’esposizione collettiva che ha la forma di un mazzo di tarocchi online. La mostra avrà un’inaugurazione su Internet giovedì 23 Giugno e una presentazione pubblica Venerdì 8 Luglio alle ore 21 presso Museo di Arte Contemporanea di Villa Croce (Genova).

“A Mystical Staircase” prende il nome da un’antica allegoria che descrive l’ascensione alla vera conoscenza. Il progetto prosegue la ricerca sulle dimensioni spirituali del consumo di dati online che il duo di curatori Francesco Urbano Ragazzi ha cominciato con il III Padiglione Internet – The Church of the Unconnected (Miltos Manetas) e The Internet Saga (Jonas Mekas) rispettivamente in concomitanza con la 55a e 56a Biennale di Venezia.

 

Le istruzioni da seguire sono semplici: pensa a una domanda e scegli una carta del mazzo. Uno dei 22 artisti invitati condividerà la sua previsione con te. Sarah Abu Abdallah, Basma Al SharifJohanna BrucknerFAKAGina FollyForeverAdaForever, Foundland, Chiara FumaiTiril HasselknippeJerome HillInstitute for New FeelingKarl Larsson, Kareem LotfyMalibu 1992Miltos ManetasEva PapamargaritiLuca PozziTabita RezaireHarry SandersonFabio SantacroceBogosi SekhukhuniChai SirisBerkay TuncayBrent Watanabe.

 

Il tuo sarà un viaggio attraverso il concetto di destino, tra chaos magick, Gestalt e casualità algoritmica; dalla mistica alla mistificazione e viceversa.

Le carte ti proietteranno in una frequenza metafisica che trascende il consumo, la moda, il futuro dell’umanità e gli archetipi di “occulti” poteri multinazionali. La piattaforma è stata progettata incorporando e nascondendo alcuni segni subliminali: dai simboli del gioco d’azzardo alle grafiche di Oracle, dalle luci di Windows all’elica del DNA.

Il mazzo allude anche alla rivoluzione silenziosa che sta avvenendo sui nostri device, alla rotazione del nostro sguardo mentre osserviamo immagini in movimento. La possibilità di scrivere un nuovo cinema verticale.

 

Ora, quando ti senti pronto, fai una domanda e scegli una carta. Ma ricorda: la risposta è sempre giusta, questi arcani non sbagliano mai.

 

 

 

Commenti

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: