CHERYL DONEGAN @ MISSONI NY

CHERYL DONEGAN. Model! Pleasure! Artist! Alive!
a cura di Francesco Urbano Ragazzi
 
Inaugurazione: 24 Ottobre ore 18,30
MISSONI Boutique, 1009 Madison Avenue, NEW YORK
Dal 25 Ottobre 2018 al 31 Gennaio 2019


 

In occasione del 65. anniversario di Missoni, la direttrice creativa del marchio Angela Missoni presenta Model! Pleasure! Artist! Alive! una mostra personale di Cheryl Donegan a cura di Francesco Urbano Ragazzi. Realizzata in collaborazione con Apalazzo Gallery, la mostra inaugurerà il 25 ottobre nell’ambito del progetto Surface Conversion, la piattaforma artistica che si sviluppa negli spazi e sulle superfici della Boutique Missoni sulla Madison Avenue a New York.
 
Model! Pleasure! Artist! Alive!, la mostra di Cheryl Donegan curata da Francesco Urbano Ragazzi per Missoni a New York prosegue un ciclo inaugurato lo scorso anno con la personale di Jonas Mekas e dedicato alla vitalità della scena artistica newyorkese vista dalla prospettiva di diverse generazioni. Una vitalità che investe lo spazio del negozio creando nuovi intrecci tra arte, moda e realtà.
Proprio su queste intersezioni si fonda l’opera di Cheryl Donegan, pioniera dell’estetica post-digitale, che da più di vent’anni mette in circolazione immagini lo-fi in cortocircuiti tra performance, video e pittura. Entrata immediatamente nel canone dell’arte femminista con video come Gag, Kiss My Royal Irish Ass e Head – presentato alla Biennale di Venezia nel 1993 – l’artista usa diverse tecniche fai-da-te, analogiche e non, per trasformare in astrazione oggetti e simboli della vita metropolitana. Il suo lavoro è stato esposto in istituzioni di rilievo internazionale come Whitney Biennial, MoMA, New Museum, Tang Museum of Art e Biennale d’Art Contemporain de Lyon.
 
Per Missoni, Cheryl Donegan assorbe i colori, le forme e i motivi di paesaggi urbani minori e li ricompone in un’irresistibile psichedelia dai toni acidi. Le griglie dei condizionatori brutalmente decorate da writers ad ogni angolo di New York, le vetrine di estetisti di Harlem, le demolizioni di automobili fuori città, e ancora i vetri rotti di vecchi monitor assieme a grafiche di computer giocattolo diventano personali ossessioni visive per poi trasformarsi in attraenti quadri astratti.
«Nelle opere di Cheryl Donegan, immagini e forme di scarso valore vengono reimpiegate in nuove composizioni dall’altissimo capitale emotivo» commenta il duo curatoriale Francesco Urbano Ragazzi «Cheryl è stata tra le prime a intuire che nel XXI secolo serve un’ecologia delle immagini almeno quanto un’ecologia delle cose».
 
In occasione dell’inaugurazione della mostra, verrà presentato per la prima volta a New York il catalogo GRLZ + VEILS. Cheryl Donegan, coprodotto da Aspen Art Museum, Contemporary Art Museum Houston e Kunsthalle Zürich.

   

Commenti

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: