Kenneth Goldsmith, THE HILLARY CLINTON EMAILS, May 9 – Nov 24, Venice


 

9 Maggio, 19,30: inaugurazione con Kenneth Goldsmith
9 Maggio, 21,30: performance audio-video di People Like Us
Despar Teatro Italia. Campiello de l’Anconeta 1944, 30121 Venezia
 
RSVP: info@internetsaga.com


Despar Teatro Italia opens the door to HILLARY: The Hillary Clinton Emails, a solo exhibition by the artist and poet Kenneth Goldsmith organized by the curatorial team Francesco Urbano Ragazzi.

Despar Teatro Italia apre le porte a HILLARY. The Hillary Clinton Emails, una mostra personale dell’artista e poeta Kenneth Goldsmith a cura di Francesco Urbano Ragazzi.
Il progetto inaugura il 9 Maggio 2019 in occasione della 58a Biennale di Arti Visive di Venezia per volontà di The Internet Saga e Zuecca Projects con la collaborazione di Circuitozero, The Bauers, NERO, con il sostegno di Despar Aspiag Service.
Cornice della mostra è il Cinema Teatro Italia – all’inizio del secolo scorso, la seconda e più grande sala di proiezione dell’isola. A seguito di un accurato restauro dei suoi affreschi e a un attento recupero strutturale, l’edificio è stato convertito da Despar in supermercato nel 2016. In questo luogo spettacolare e dalla storia stratificata, Kenneth Goldsmith riflette sulla commistione tra spazio pubblico e privato nell’epoca della digitalizzazione di massa. Lo fa a partire dal caso che, dieci anni fa esatti, ha cambiato per sempre le nozioni di privacy e trasparenza, propaganda e democrazia nel quadro della politica occidentale.

Era il 2009 quando le prime perplessità furono sollevate sull’uso che Hillary Clinton stava facendo, durante il suo mandato come Secretary of State, di un server privato per l’invio di e-mail. Sebbene la senatrice americana non sia mai stata incriminata o condannata per alcun reato, la vicenda ha tuttavia contribuito alla sua sconfitta – e alla conseguente vittoria di Donald Trump – nella corsa per le elezioni presidenziali del 2016.
Usando le tecniche di appropriazione e collage teorizzate nel suo libro Uncreative Writing, Kenneth Goldsmith rende per la prima volta disponibili in formato cartaceo tutte le e-mail che, secondo WikiLeaks, sono state inviate dal dominio clintonemail.com tra il 2009 e il 2013. Le quasi 60.000 pagine di documentazione sono stampate in doppia copia ed esposte nella galleria e nella lobby al secondo piano di Despar Teatro Italia. Le sale vengono occupate da un’installazione scultorea che traduce in formato lo-fi alcuni arredi dello Studio Ovale della Casa Bianca. Quanto alla pila di fogli invece, questa ha dimensioni tutto sommato ridotte, a dispetto degli sforzi di Trump di far credere il contrario. Goldsmith crea così un anti-monumento alla brutale campagna diffamatoria che l’attuale presidente degli Stati Uniti ha condotto contro Clinton.

HILLARY. The Hillary Clinton Emails ha anche lo scopo di riattivare la funzione originaria di Despar Teatro Italia. Il grande schermo del cinema, che oggi si trova sopra il banco gastronomia del supermercato, verrà utilizzato per proiezioni di video e film. A costituire la programmazione di questo cinema temporaneo sarà una selezione di opere tratte da UbuWeb, portala che Kenneth Goldsmith ha fondato nel 1996 per diffondere online film e poesie d’avanguardia. Trai più vasti del suo genere, l’archivio mette a disposizione le copie di migliaia di opere rare gratuitamente, rappresentando un punto di raccordo essenziale tra cultura analogica e digitale. L’esposizione di UbuWeb su grande schermo ha lo scopo di mostrare come i formati dell’audiovisivo sono tradotti e diffusi in rete. La programmazione – che sarà visibile ogni giorno dalle 18 alle 19 e cambierà settimanalmente – include tra gli altri opere di Peggy Ahwesh, Sophia Al-Maria, Johanna Bruckner, Alex Da Corte, Cheryl Donegan, Shadi Habib Allah, Bek Hyunjin, Lev Manovich, Alix Pearlstein, People Like Us, Christine Rebet, Sabrina Röthlisberger, Sara Sackner, Leah Singer, Stan VanDerBeek, Jennifer West, Jordan Wolfson.

 

Durante l’inaugurazione del 9 Maggio verrà presentato il catalogo della mostra pubblicato da NERO con testi di Kenneth Goldsmith, Francesco Urbano Ragazzi e del filosofo Emanuele Coccia. La casa editrice presenterà inoltre la prima traduzione in lingua italiana di Uncreative Writing e curerà un evento speciale negli spazi di Despar Teatro Italia. A partire dalle 21:30 verrà presentata la première italiana di The Mirror, l’ultima live cinema performance di People Like Us.
Tra Settembre e Ottobre si terrà un seminario a partire da I Declare a Permanent State of Happiness, libro di Goldsmith costituito dalle note dell’autore al Tractatus Logico-Philosohpicus di Wittgenstein. Il seminario è organizzato sotto la direzione scientifica dei professori Luigi Perissinotto e Roberta Dreon dell’Università Ca’ Foscari (Venezia).

 

GO TO THE PRESS PACK

 
 

Commenti

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: